Le top 10 Blue Chip 2018 del mercato USA con i dividendi più alti: AT&T

Dividendo Annuale: 6,3%.

Sintesi Aziendale e dati salienti

AT&T è una delle 53 azioni dell’indice S&P 500, con oltre 25 anni consecutivi di incrementi dei dividendi.

AT&T è società di telecomunicazioni davvero imponente in termini di fatturato e valore di mercato: ha una capitalizzazione di mercato di 196 miliardi di dollari.

Offre una varietà di servizi di telecomunicazione, tra cui la TV senza fili e via cavo, così come la TV satellitare attraverso la sua controllata DirecTV.

La relazione sui profitti del primo trimestre di AT&T ha deluso gli investitori. Per il primo trimestre del 2018, AT&T ha registrato un fatturato di 38,04 miliardi di dollari e guadagni per azione di 0,85 dollari per azione, dati che hanno mancato le stime di 1,27 miliardi di dollari e 0,02 dollari per azione, rispettivamente.

Acquisizione di Time Warner

AT&T ha finalizzato l’acquisizione strategica di Time Warner (TWX) per circa 85 Billion . Una Ottenuta nel giugno Giugno 2018 l’approvazione dall’antitrust per l’acquisizione di Time Warner
la nuova company può contare oltre 140 milioni di abbonati di telefonia mobile, e altri 45 milioni di abbonati video, in tutto il mondo.

Debiti e aumento dei tassi

La società ha chiuso il primo trimestre del 2018 con 133,7 miliardi di dollari di debito a lungo termine che con l’aumento dei tassi di interesse potrebbe far pensare ad una possibile
diminuzione dell’entità dei dividendi.

In realtà AT&T ha una distribuzione di dividendi altamente sicura. In base alle linee guida sugli utili del 2018, la società ha un dividend payout ratio di circa il 58%. Quindi a mio avviso il
management si è riservato dei margini che permetteranno alla compagnia di continuare a distribuire dividendi di pari entità rispetto a quelli passati e odierni.

Inoltre Per contribuire a mitigare il rischio di aumento dei tassi di interesse, la AT&T ha un programma di scadenze equilibrato. Ha anche un solido rating di credito investment-grade di
BBB+ di Standard & Poor’s, che contribuirà a mantenere gestibile il costo del debito quando i tassi di interesse saliranno.

Utili previsti

Secondo le stime , l’AT&T dovrebbe generare utili rettificati per azione di 3,45 dollari nel 2018. Attualmente il titolo è scambiato per un rapporto prezzo-utile di appena 9,3, rispetto
ad una media di 13,4 negli ultimi 10 anni. Pertanto, riteniamo che il titolo sia significativamente sottovalutato e un rapporto prezzo/utile in espansione potrebbe aggiungere l’8% al rendimento
degli azionisti ogni anno.

Anche ipotizzando una crescita degli utili relativamente bassa del 2% all’anno, l’AT&T può ancora fornire rendimenti del 16%+ all’anno, attraverso una valutazione crescente, la crescita degli utili e i dividendi. Ha una lunga storia di aumenti affidabili dei dividendi e un elevato rendimento superiore al 6%, che lo rende un titolo molto interessante.

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi